Uncategorized

Il cucciolo di razza. Guida e orientamento all’acquisto.

Il cucciolo di razza. Guida e orientamento all’acquisto.

A cura di Massimiliano Seripa

Premesso che non è necessario acquistare un cucciolo per godere dell’affetto di un cane, vi sono infatti migliaia di rifugi per cani randagi dove i volontari saranno felici di cedervi a titolo gratuito un cane bisognoso di affetto, con questo articolo ho intenzione di fornire una guida per orientarsi tra le molteplici offerte che vengono proposte giornalmente dai social, dai siti di vendita e da altre piattaforme digitali o classiche.

La prima cosa che mi preme specificare è che per la legislazione italiana la vendita di cani proposti come “di razza”, senza che questa qualità sia attestata dal pedigree, è vietata dal Decreto Legislativo n. 529 del 30 dicembre 1992. Il pedigree è il certificato di iscrizione a uno dei Registri del Libro genealogico. Unico ente autorizzato ai sensi del D.M. n.21095 del 5 febbraio 1996 a detenere i libri genealogici  cinofili è l’ENCI. Inoltre l’operato dell’ENCI (ente Nazionale della Cinofilia Italiana) è sottoposto alla vigilanza del Ministero per le Politiche Agricole. ( Per maggiori informazioni sui compiti istituzionali di ENCI clicca qui ).

Bisogna prestare quindi molta attenzione a quegli allevatori che propongono in vendita cani di razza senza pedigree, ovvero con un incremento del prezzo in caso di vendita col documento. Infatti il costo del Cerificato di iscrizione ai registri italiani (pedigree), rispetto ai costi di una cucciolata è irrisorio e sarebbe completamente inutile fare una cucciolata di  cani con genealogia certa e certificata e venderla senza pedigree. I costi vivi per la stampa  è di circa 30 euro a certificato. Inoltre il Pedigree è un documento molto utile anche a tutti coloro che non vogliono fare esposizioni. 

Su questo “documento di identità” sono esposte tantissime informazioni sulla genealogia e sulle malattie ereditarie del cucciolo. Vediamo indicati gli antenati fino ai trisnonni con gli eventuali titoli ottenuti ed il grado di displasia dei soggetti oltre al risultato dei test delle malattie ereditarie. Saranno esposti allevatore e proprietario del soggetto, saranno inoltre indicati tutti i numeri di iscrizione ai registri di tutti gli antenati. Non credo sia necessario andare oltre per dimostrare l’importanza del CERTIFICATO DI ISCRIZIONE ai registri italiani (Pedigree) quando si acquista un cucciolo di razza. 

Esso è l’unico documento che attesta le origini del cane.

Spesso sentiamo parlare di pedigree fasulli. Cucciolate segnalate appartenenti ad uno stallone X o ad una fattrice Y ma realmente appartenenti ad uno e entrambi genitori differenti. Negli ultimi anni è venuto in ausilio un mezzo impeccabile per essere garantiti della veridicità della genealogia sia in campo umano che in quello animale e cinofilo: LA DIAGNOSI DI PARENTELA basata su test del DNA. Tale procedura sarà possibile solamente per quelle cucciolate che hanno i genitori con deposito del campione biologico effettutato.  

Da gennaio 2019 il deposito del campione biologico presso una struttura autorizzata è obbligatorio per tutte le cucciolate dove un genitore sia titolato campione o se lo stallone è padre di più di 5 cucciolate(ovvero utilizzato per monte artificiali o stallone estero). Quindi un figlio di genitore rientrante in questi casi che non abbia deposito del campione biologico non potrà produrre figli iscritti al libro genealogico, e quindi sprovvisti di pedigree. Sarebbe comunque buona norma al fine di tutelare i clienti, depositare il campione di qualsiasi cane destinato alla riproduzione. Accertarsi dell’avvenuto deposito del campione biologico ci rende matematicamente sicuri che in caso di richiesta di diagnosi di parentela, sarà possibile identificare inequivocabilmente  la genealogia del nostro cucciolo. Per esserne certi è sufficiente fare accesso al libro genealogico on line di ENCI e, richiamando il nome del cane in oggetto, oltre ad altre tantissime informazioni su cane e allevatore, si saprà se è stato depositato il campione biologico per quel soggetto. La diagnosi di parentela si potrà richiedere con una spesa modica che si aggira intorno ai 50 euro.

L’accesso all’area riservata per la consultazione del libro genealogico on line è consentita ai soci Enci, CPMA ( clicca qui per tesserarti) o altra società specializzata ed a tutti inserendo i propri dati creando l’account.

Il cucciolo  da riproduzione selezionata è solo quello figlio di entrambi i genitori RIPRODUTTORI SELEZIONATI.

Con il Cane da pastore Maremmano Abruzzese si accede alla riproduzione selezionata utilizzando riproduttori che siano innanzitutto iscritti nel registro ROI. Come ben saprete, la nostra razza ha i registri aperti ( ovvero si possono riconoscere come capostipiti cani con genealogia non conosciuta) perchè la popolazione “rustica” senza documenti genealogici ancora al lavoro con le pecore è significativa ed è un bene prezioso per la selezione rappresentando un importante bacino di variabiltà genetica. Il cane, figlio di nn, che ottiene il riconoscimento di razza, viene iscritto nel RSR (Registro Supplementare Riconosciuti). Nello stesso registro verranno iscritti i figli ed i nipoti. Solo dalla generazione successiva (dalla quarta generazione) i cuccioli saranno automaticamente iscritti al ROI ( Registro Origini Italiano) e avranno la possibilità di diventare riproduttori selezionati solo se otterranno la qualifica di ECCELLENTE (maschi) o MOLTO BUONO (femmine) in expo speciale o raduno di razza .

Va da sè che l’auspicabile utilizzo di cani “pastorali” nella selezione cinofila non produrrà stirpe certificata da riproduttori selezionati. Sarà quindi compito dell’allevatore cosciente e sapiente saper ben miscelare le linee di sangue al fine di ottenere una buona percentuale di cani sani,”utili” e belli.

Altra condizione necessaria per l’ottenimento della qualifica di “Riproduttore Selezionato” è il superamento del Test Morfo Caratteriale.

Il Test Morfo-Caratteriale (TMC) è un Test organizzato dalla società specializzata e garantisce che il soggetto che supera il test:

  • sia esente da displasia dell’anca e del gomito (malattia ereditaria considerata significativa per questa razza). Infatti sono ammessi al TMC solo cani con grado di displasia dell’anca A o B e del gomito 0 (zero) o 1.
  • abbia superato la prova caratteriale. La prova caratteriale si svolge tramite test studiati per verificare l’assenza di squilibri, paure o cattivo rapporto con l’uomo che potrebbero precludere il lavoro o semplicemente la convivenza in ambiente antropizzato. I test sono condotti da un giudice di prove di lavoro designato dal Consiglio Direttivo del CPMA. Ricordiamo che il lavoro in ambiente fortemente antropizzato è tipico della nostra razza e la distingue da altri cani da guardiania nati e selezionati in ambienti di lavoro estesi semi-desertici .
  • sia stato giudicato conforme allo standard dopo misurazioni cingnostiche e pesatura, da un Esperto Giudice specialista di razza.
  • abbia depositato, presso un centro autorizzato ENCI, il campione biologico utile per rintracciare successivamente la progenie dando la possibilità di verificare la veridicità del certificato di iscrizione (pedigree).

Per sapere se un riproduttore è iscritto nei registri come RIPRODUTTORE SELEZIONATO è sufficiente controllarlo visitando il sito Enci ed inserendo i dati identificativi del cane ( accedi direttamente al database cliccando qui )d

Va da sé che l’unica garanzia che può fornire  l’allevatore è aver rispettato tutti questi passi sopra elencati. Il Circolo del pastore maremmano abruzzese ha messo a disposizione degli appassionati un altro strumento molto utile. Nella sezione “allevatori” abbiamo inserito una lista di allevatori dove sono indicati allevatori con affisso, accreditati cpma o Master allevatore cinofilo. Seguendo questo link (CLICCA QUI) potrete sapere cosa vogliono dire questi termini e consultare la lista degli allevatori. Insomma, oggi più che mai è necessario rivolgersi ad allevatori ( amatoriali o professionali) qualificati e non improvvisati per correre meno rischi possibile, perchè il cucciolo che sceglierete sarà un compagno di vita ed è fondamentale che, visto che state scegliendo un cane di razza, sia perfettamente rispondente ai canoni di bellezza, attitudino-caratteriali e di salute che caratterizzano la nostra splendida razza.

Altra raccomandazione, prima di iniziare la ricerca del cucciolo è di approfondire il più possibile le caratteristiche fisiche, caratteriali e funzionali del cane da Pastore Maremmano-Abruzzese. Lo potete fare anche navigando nel nostro sito, dove potrete trovare indicazioni sulla storia(CLICCA QUI per leggere cenni storici sul pma) sulla morfologia, sul carattere e sulla attitudine al lavoro (visitate la sezione dedicata al settore lavoro cliccando qui). Base dalla quale non si può prescindere è la conoscenza dello standard di razza che troverete CLICCANDO QUI e gli approfondimenti cinotecnici/ zoognostici che potrete seguire CLICCANDO QUI.

0
0

Rinvio Assemblea ordinaria dei soci

Considerata l’emergenza sanitaria presente in Italia a causa della diffusione del COVID-19;
Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (Dpcm) del 4 marzo 2020 recanti misure sul contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus;
Vista la delibera del Presidente Enci con la quale sospende con effetto immediato la ratifica delle manifestazioni ENCI fino al 3 aprile 2020 e con la quale di consente il rinvio delle Assemblee statutariamente previste dei Soci Collettivi ENCI, previa comunicazione all’Ente, raccomandando sin da subito di informare tempestivamente, finita l’emergenza sanitaria, la data di effettuazione delle stesse, il presidente Cpma Antonio Grasso delibera ai sensi dell’art.21 dello statuto CPMA il rinvio a data da destinarsi dell’assemblea dei Soci precedentemente convocata per il 15 marzo 2020.Nuova convocazione sarà inviata non appena non saranno più necessarie misure di controllo del contagio.

0
0

Cpma a Unomattina

Il Cpma ospite a Unomattina

Martedì 28 gennaio una rappresentanza del Cpma sarà ospite in diretta alle ore 9:00 ad Unomattina su Raiuno con i nostri cani per promuovere il Cane da Pastore Maremmano-Abruzzese e parlare di come viene utilizzato al lavoro nello svolgimento della sua atavica funzione, oltre che per esporre i progetti sviluppati dal CPMA per l’inserimento di nuovi esemplari a difesa di greggi a rischio predazione in tutta Italia in collaborazione con Legambiente e altre istituzioni.

CLICCA QUI PER VEDERE UNOMATTINA IN STREAMING

0
0

Progetto Pasturs

Progetto Pasturs

Il progetto Pasturs è un’esperienza unica nel suo genere che coinvolge giovani studenti, offrendo un supporto concreto ai pastori.
Siamo molto soddisfatti di questa collaborazione che ci auguriamo possa estendersi ad altre regioni.

Per conoscere tutti i dettagli del progetto CLICCA QUI

0
0

Aggiornamenti su modifiche standard

metro sarto

Aggiornamenti su modifiche standard.

A sei mesi dall’affidamento al Comitato Tecnico della richiesta di valutazione necessaria per la richiesta di modifica dello standard del Cane da Pastore Maremmano-Abruzzese per quanto rigurda il peso e l’altezza (comunicazione ai soci con news), il CT ha concluso il lavoro di valutazione delle misurazioni degli ultimi 10 anni effettuate nei TMC ed in altre occasioni e si è dichiarato favorevole ad un aumento dei valori di riferimento per tali misure. Pertanto nei prossimi giorni produrrà la richiesta di modifica da inoltrare in Enci e Fci.

Questo per riportare congruenza e dare indicazioni chiare in merito a due misure così importanti per stabilire il “TIPO” della nostra razza.

Azione intrapresa dall’attuale Consiglio Direttivo nel rispetto del programma e del mandato Assembleare affidatogli.

Un altro passo avanti per la conservazione della razza.

 

 

0
0

sarà Pastore Abruzzese?

Sarà Pastore Abruzzese?

_DSC1701 no hd

 La questione del nome del nostro cane è ormai una questione annosa e calcificata.
Il Direttivo del Cpma, ha delegato in data 6 maggio 2016 ad una commissione di esperti lo studio storico ai fattori legati alla denominazione della razza catalogata da Enci ed Fci come Cane da pastore Maremmano-Abruzzese. Alla consegna dello studio, avvenuta in data 17 Dicembre 2016 si rilevava, come ci si poteva aspettare, che l’attuale denominazione è errata, pertanto proponeva come corrispondenti alla realtà storica 2 diverse altre denominazioni, tra cui PASTORE ABRUZZESE.

A questo punto il Consiglio Direttivo, nel rispetto della democraticità della vita elettiva, decideva di sottoporre all’Assemblea dei soci del 19 marzo 2017 la questione. L’Assemblea dei soci, a dimostrare la compattezza riguardo l’argomento, votava all’unanimità (fatta eccezione per due astensioni) la proposta della commissione di cambio del nome da: “Cane da Pastore maremmano-abruzzese” a “Cane da Pastore Abruzzese”. Pertanto il Direttivo preparava istanza di richiesta da inoltrare ad Enci. Il giorno 6 Febbraio 2018 è stata consegnata tale richiesta al protocollo Enci accompagnata da una lettera indirizzata al Presidente dell’Ente, nella quale si evidenzia che ” Sono tantissimi gli appassionati che da troppo tempo rimangono lontani dal nostro Club e dalla Cinofilia ufficiale a causa della denominazione della razza, frutto di un compromesso…” (cfr. la questione del nome ).

Alla data odierna siamo in attesa di una risposta e abbiamo dovuto riscontrare, in questi ultimi mesi, continui ed inaspettati attacchi a questa iniziativa. Attacchi fondati su argomenti pretestuosi ed infondati.

Il Circolo chiede oggi a gran voce di aiutare a dimostrare che la questione sottoposta ad Enci da quella istanza è veramente importante per tantissime persone. L’unico modo è farsi forza di tante nuove persone che attirate dalla possibilità di rendere giustizia storica alle regione Abruzzo, si sono avvicinate alla cinofilia ufficiale tesserandosi al CPMA.
Il CPMA, con tutto il suo Direttivo ha fatto tutto quello che era nelle sue possibilità, ora è il momento che tutti gli Abruzzesi e coloro che tengono al cambio del nome, si dimostrino uniti nel suffragare l’impegno del Direttivo e per dare nuove armi per sollecitare la decisione di Enci e, successivamente di Fci ( Federazione Cinologica Internazionale).
Chiunque crede che potrebbe essere una svolta importante per la razza il cambio del nome, può aiutare il circolo nella battaglia intrapresa tesserandosi e facendo parte attiva nella vita sociale proponendo idee, partecipando a convegni, assemblee e  incontri anche in occasione dei raduni di razza. Proprio per venire a conoscenza delle idee dei soci e per tenere al corrente i tesserati delle attività del Consiglio Direttivo è nato quest’anno il progetto “TI ASCOLTIAMO” o “WE LISTEN” che potrete conoscere  CLICCANDO QUI.

POTETE TESSERARVI E FINALMENTE ISCRIVERVI AL CIRCOLO CLICCANDO QUI E SEGUENDO LE SEMPLICI ISTRUZIONI.

0
0

Pranzi e cena sociale

Pranzi e cena sociale

Per tutti i pasti durante la manifestazione di sabato  16 e domenica 17 Novembre 2019 in occasione del Campionato Sociale CPMA, il ristorante a disposizione degli avventori è Agriturismo Aquaranda che proporrà i seguenti menu:

Pranzi di sabato e domenica euro 15,00

Sabato 16/11 ore 13.00

  • Antipasto composto da: bruschette, formaggi locali,frittate, verdure pastellate.
  • Fettuccine al ragù rosso
  • Fettuccine al ragù in bianco
  • Broccoletti dell’orto
  • Acqua e Vino

Domenica 17/11

  • Antipasto ricco misto
  • Primo con carne
  • Primo Vegetariano
  • Verdura
  • Acqua e vino

Sabato ore 20:30 CENA SOCIALE

  • Antipasto con salumi, formaggi locali, bruschette miste
  • Pasta e fagioli
  • Arrosticini di pecora 
  • Porchetta di maiale
  • Verdure fresche di stagione
  • frutta
  • dolce
  • acqua
  • vino

Euro 25,00 

Compila il modulo per prenotare

0
0

Dirette streaming

Diretta streaming Eventi CPMA

Nuovo sistema di condivisione con i soci cpma degli eventi tramite live streaming.
 

A partire dal 16 novembre 2019, in occasione dell’evento organizzato dal CPMA contenente:

  • campionato sociale
  • test morfocaratteriale
  • cae-1
  • convegno medico sulla displasia dell’anca nel cane
 
 tutti gli eventi organizzati direttamente dal CPMA verranno filmati e condivisi in live streaming dal nostro canale youtube (CPMA circolodelpastoremaremmanoabruzzese). Successivamente saranno caricati nel sito e lasciati a disposizione per la visione.

A partire dal 2020 l’accesso sarà possibile solo ai soci del club.

Condividi su facebook
0
0